X Chiudi

Ministero delle Finanze
DIPARTIMENTO DEL TERRITORIO
DIR.CENTRALE: CATASTO
Circolare del 17/07/2000 n. 144

Servizio telematico di pubblicita' immobiliare.

Premessa
Il Dipartimento del Territorio, com'e' noto, ha reso disponibile, a
partire dal mese di marzo c.a., il nuovo servizio telematico per le ispezioni
ipotecarie, che consente ad utenti esterni di consultare a distanza gli
archivi dei Servizi di Pubblicita' Immobiliare degli Uffici del Territorio.
Tale servizio e' attualmente disponibile per il Consiglio Nazionale
del Notariato, che ha stipulato, in qualita' di utente del nuovo servizio
telematico, apposita convenzione con il Dipartimento del Territorio onde
consentire ai notai, tramite la Rete Unitaria del Notariato (RUN), di accedere
alle banche dati dei servizi di pubblicita' immobiliare, collegati
telematicamente al Sistema Informatico del Dipartimento del Territorio.
Il nuovo servizio telematico, gia' sperimentato su Milano e Palermo
(cfr. Circolare 220T/1999), coinvolge a data odierna circa 120 uffici e sara'
progressivamente esteso a tutti gli altri uffici di pubblicita' immobiliare
nel corso del corrente anno.
1. Il collegamento telematico del Consiglio Nazionale del Notariato
Il collegamento viene realizzato dal Consiglio Nazionale del Notariato
mediante un circuito diretto numerico, tramite la propria rete RUN, alle
condizioni stabilite dalle regolamentazioni vigenti.
Le spese di acquisto o di locazione delle apparecchiature
elettroniche, del collegamento con il sistema degli Uffici del Territorio
nonche' quelle della utilizzazione delle linee di telecomunicazione sono
integralmente a carico dell'utente.
L'utente ha il diritto di interrogare gli archivi informatici in base
alle regole di ricerca del sistema di elaborazione automatica del servizio di
pubblicita' immobiliare e di tenere risposta, a video o a stampa, alle
interrogazioni, dalle ore 9 alle ore 18 di tutti i giorni lavorativi,
compatibilmente con le esigenze degli uffici cui il sistema sara' collegato,
secondo un piano di graduale estensione del servizio concordato con il
Dipartimento anche in relazione al previsto potenziamento della rete.
E' fatto divieto all'utente di utilizzare le informazioni assunte per
fini diversi da quelli inerenti la propria attivita', e da quelli consentiti
dalla normativa vigente in materia di pubblicita' immobiliare.
Fatta quindi salva la sola fornitura del servizio agli associati, per
la quale viene stipulata la presente convenzione, non e' consentita la
commercializzazione delle informazioni o la loro duplicazione o riproduzione
simultanea su nastri o altri supporti adatti all'elaborazione elettronica; e'
fatto, altresi', assoluto divieto di compiere o tentare di compiere attivita'
di elaborazione elettronica sui dati memorizzati.
E' fatto obbligo all'utente di osservare, in ogni caso, le norme in
materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento
dei dati personali.
Il Ministero delle Finanze ha la piena titolarita' delle informazioni
memorizzate e l'esclusiva competenza di gestire, definire o modificare i
sistemi di elaborazione, di ricerca, rappresentazione ed organizzazione dei
dati. Ha altresi' l'assoluta facolta' di variare la base informativa, in
relazione alle esigenze istituzionali, a quelle strutturali ed alle
innovazioni tecniche relative al sistema.
Il Consiglio si e' impegnato a versare la somma di lire 100 milioni a
titolo di deposito per pagamento anticipato delle tasse ipotecarie dovute per
le interrogazioni che si ritiene saranno effettuate nel periodo di 30 (trenta)
giorni. Detto importo e' stato determinato in prima istanza di comune accordo,
anche in relazione alla prevista graduale estensione del servizio.
La predetta somma, e le successive, vengono introitate dal Servizio di
pubblicita' immobiliare dell'Ufficio del Territorio di Roma, circoscrizione di
Roma 1, con bolletta modello 72.
Il corrispettivo per ciascuna ispezione e' quello previsto dalla
tabella delle tasse ipotecarie vigenti al momento dell'interrogazione. La
liquidazione delle tasse ipotecarie dovute viene effettuata dall'Ufficio del
Territorio di Roma, circoscrizione di Roma 1 cumulativamente l'ultimo giorno
del mese e la somma complessiva dovuta e' detratta dal costituito deposito il
quale, se inferiore agli importi minimi stabiliti dall'art. 14 del D.M. 10
ottobre 1992, dovra' essere integrato entro il quinto giorno successivo
all'inizio del mese.
Ove, durante il mese, il deposito venisse a risultare inferiore ad un
importo di lire 50.000 (cinquantamila), il servizio telematico sara'
immediatamente sospeso fino a quando l'utente non avra' provveduto
all'integrazione del deposito medesimo.
La convenzione ha la durata di un anno e si rinnova di anno in anno in
mancanza di disdetta.
2. Gli altri utenti telematici
Anche per i singoli utenti telematici, il collegamento e' realizzato,
come gia' specificato nella nota prot. C/20046 del 14/03/2000, con le
tecnologie web in uso su Internet, ed e' integrato nel Sistema di Interscambio
(SISTER) del Dipartimento del Territorio che, con tale progetto, intende
offrire un'ampia gamma di servizi via rete.
Il Servizio Telematico di pubblicita' immobiliare e' regolamentato,
come e' noto, dal Decreto 10 ottobre 1992 del Ministro delle finanze di
concerto con il Ministro della giustizia, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
del 16 dicembre 1992.
Tale decreto prevede, all'articolo 3, che l'autorizzazione al
collegamento sia rilasciata, su istanza della parte richiedente, dal
responsabile dell'ufficio mediante la stipula di apposita convenzione e,
all'articolo 5, che essa abbia la durata di un anno a decorrere dal giorno
della stipula e che sia tacitamente rinnovata per la medesima durata, in
mancanza di disdetta da parte dell'utente o di revoca da parte dell'ufficio
comunicate con un preavviso di almeno tre mesi. La scrivente ha predisposto
per il collegamento telematico secondo le modalita' web un nuovo schema di
convenzione (allegato 1).
Gli uffici dovranno utilizzare il suddetto schema di convenzione sia
per il rilascio di nuove autorizzazioni che per i preesistenti collegamenti
telematici. Al riguardo si precisa che gli utenti che si avvalgono delle
precedenti modalita' di fruizione del collegamento telematico (S.T.P.I),
qualora non abbiano sottoscritto alcuna convenzione, potranno migrare al nuovo
sistema, solo previa stipula della citata convenzione.
Si sottolinea che l'articolo 4 del suddetto decreto prevede che la
concessione del servizio telematico agli utenti avvenga secondo l'ordine di
preferenza stabilito nei numeri da 1) a 3) dello stesso articolo.
L'articolo 14 infine, prevede, per l'effettuazione di ispezioni
ipotecarie, il versamento all'ufficio di un importo, a titolo di deposito, non
inferiore a L. 3.000.000, ridotto a L. 1.000.000 per i notai.
Dal costituito deposito sono detratte, in maniera contestuale
all'erogazione del servizio, le tasse ipotecarie dovute a fronte delle
ispezioni effettuate. Ove il deposito venisse a risultare inferiore ad un
importo di L. 50.000, il servizio verra' sospeso fino alla integrazione del
deposito medesimo.
3. Adempimenti degli uffici
Per una corretta gestione delle utenze del servizio telematico i
principali adempimenti che l'ufficio deve espletare sono:
A) ==> per i nuovi utenti telematici
1. predisporre, sottoscrivere e protocollare la convenzione, utilizzando
il modello fornito in allegato alla presente circolare;
2. introitare l'importo versato dall'utente a titolo di deposito e
Servizio di documentazione tributaria
Circolare del 17/07/2000 n. 144
rilasciare la bolletta modello 72;
3. consegnare all'utente la busta contenente i codici di accesso e copia
delle istruzioni per il collegamento ed utilizzo del servizio;
4. inserire a sistema la nuova utenza, registrando l'importo iniziale del
deposito;
5. comunicare alla Sogei il numero di busta assegnato all'utente. Via fax
al numero 06-50253023, via e-mail all'indirizzo mriellosogei.it.
B) ==> per i vecchi utenti telematici
1. comunicare agli utenti gia' collegati la necessita' di migrare il
collegamento telematico sul nuovo sistema entro;
2. predisporre, sottoscrivere e protocollare la nuova convenzione,
utilizzando il modello fornito in allegato alla presente circolare,
qualora non risulti gia' sottoscritta alcuna convenzione;
3. disabilitare l'utente sul vecchio sistema;
4. consegnare all'utente la busta contenente i codici di accesso e copia
delle istruzioni per il collegamento ed utilizzo del servizio;
5. inserire l'utente sul nuovo sistema, registrando l'importo residuo del
deposito;
6. inoltrare comunicazione alla Sogei secondo le modalita' previste al
punto 5 della lettera A).
C) ==> in fase di integrazione del deposito
1. introitare l'importo versato dall'utente a titolo di integrazione del
deposito, rilasciando la bolletta modello 72;
2. registrare a sistema il versamento.
Per gestire le abilitazioni all'accesso e, in generale, tutti gli
aspetti amministrativi e di controllo dei collegamenti telematici, l'ufficio
avra' a disposizione apposite funzioni (allegato 2), gia' realizzate e
disponibili in ambiente intranet. L'attivazione di tali funzioni necessita
della segnalazione del nominativo, comprensivo di codice fiscale della persona
incaricata come gia' richiesto con la citata lettera prot. N. C/20046 del 14
marzo 2000. Gli uffici che non abbiano ancora provveduto a comunicare le
informazioni richieste possono farlo utilizzando gli indirizzi di posta
elettronica indicati in precedenza.
E' il caso di ricordare che l'utente, dalla propria postazione dotata
di navigatore (web browser) puo' collegarsi, sia con chiamata telefonica
diretta, sia tramite Internet, al sito che fornisce il servizio ed effettuare
ispezioni per soggetto, per immobile, congiunte soggetto-immobile o per nota.
L'utente puo' interrogare gli archivi informatizzati di tutti gli uffici dove
e' stato attivato il collegamento telematico.
Si sottolinea inoltre, che l'articolo 1 del suddetto decreto
stabilisce che il servizio telematico sia disponibile nei giorni lavorativi e
resti aperto, dalle ore 9 alle ore 18. Pertanto, occorre che gli uffici
assicurino il funzionamento dei server onde consentire la fruizione del
servizio negli orari indicati. In particolare ci si riferisce al server
Olivetti MT7000 DT recentemente consegnato all'ufficio per tale scopo e al
server RISC che gestisce gli archivi informatici.
Tali macchine dovranno restare accese e gli archivi aperti nelle ore
stabilite dal decreto citato, compatibilmente con le esigenze degli uffici e
tenendo conto dei problemi relativi alla sicurezza che potranno emergere, onde
consentire l'accesso alle banche dati per le ispezioni ipotecarie.
Eventuali indisponibilita' degli uffici all'accesso telematico delle
banche dati dovranno essere tempestivamente segnalate; cio' consentira' una
adeguata informativa agli utenti interessati. Le segnalazioni possono essere
inviate ai seguenti indirizzi di posta elettronica:
territorio_dc_catasto_div10finanze.it; mcolabresesogei.it e mriellosogei.it
Le istruzioni sulle modalita' di collegamento e di utilizzo del
servizio sono riportate negli allegati 3 e 4 che dovranno essere consegnati,
insieme alla busta contenente i codici di accesso, agli utenti che hanno
stipulato la convenzione.
Gli uffici in indirizzo vorranno dare la massima diffusione al
contenuto della presente circolare.
* * * * *
Allegato 1
Ufficio del Territorio di ...
CONVENZIONE
PER L'INTERROGAZIONE A DISTANZA DEGLI ARCHIVI INFORMATICI
DEI SERVIZI DI PUBBLICITA' IMMOBILIARE
DEGLI UFFICI DEL TERRITORIO
Tra il Dr./Ing. ............................................ titolare/reggente
dell'Ufficio del Territorio di ........................................ da una
parte e il Dr. ...............................................................
che nel prosieguo della presente convenzione verra' indicato con il termine di
utente, dall'altra parte, si stipula la presente convenzione:
PREMESSO
- che si vuole proseguire nell'utilizzo del Servizio Telematico di Pubblicita'
Immobiliare con l'osservanza e la disciplina delle disposizioni contenute
nel Decreto Interministeriale 10 ottobre 1992, fino a quando non sara'
disciplinato con altro provvedimento amministrativo;
- che il Dipartimento del Territorio, con circolare numero ...................
del ............................... ha autorizzato gli Uffici del Territorio
ad attivare il collegamento telematico sulla base di apposita convenzione;
- che la parte ha fatto richiesta scritta per usufruire del servizio
telematico;
SI CONVIENE
ART. 1
L'utente e' autorizzato a collegarsi al servizio telematico per
l'interrogazione a distanza degli archivi informatici del servizio di
pubblicita' immobiliare, con l'osservanza delle condizioni e degli obblighi di
cui ai successivi articoli, con riferimento all'Ufficio del Territorio di ...
ART. 2
L'utente si obbliga a collegarsi al servizio di pubblicita'
immobiliare a mezzo di apparecchiature tecnicamente compatibili con la rete
degli elaboratori elettronici degli Uffici del Territorio e con il sistema
informatico esistente.
Le spese di acquisto o di locazione delle apparecchiature
elettroniche, del collegamento con il sistema degli Uffici del Territorio
nonche' quelle della utilizzazione delle linee di telecomunicazione sono
integralmente a carico dell'utente.
ART. 3
L'utente ha il diritto di interrogare gli archivi informatici in base
alle regole di ricerca del sistema di elaborazione automatica del servizio di
pubblicita' immobiliare e di tenere risposta, a video o a stampa, alle
interrogazioni, dalle ore 9 alle ore 18 di tutti i giorni lavorativi,
compatibilmente con le esigenze degli uffici cui il sistema sara' collegato,
secondo un piano di graduale estensione del servizio anche in relazione al
previsto potenziamento della rete.
E' fatto divieto all'utente di utilizzare le informazioni assunte per
fini diversi da quelli inerenti la propria attivita', e da quelli consentiti
dalla normativa vigente in materia di pubblicita' immobiliare.
Non e' consentita la commercializzazione delle informazioni o la loro
duplicazione o riproduzione simultanea su nastri o altri supporti adatti
all'elaborazione elettronica; e' fatto, altresi', assoluto divieto di compiere
o tentare di compiere attivita' di elaborazione elettronica sui dati
memorizzati.
La violazione del divieto di cui ai commi precedenti comporta la
revoca della concessione e la denuncia all'autorita' giudiziaria.
E' fatto obbligo all'utente di osservare, in ogni caso, le norme
contenute nella legge n. 675 del 31.12.1996, e successive modificazioni, in
materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento
dei dati personali.
Il Ministero delle Finanze non assume alcuna responsabilita' per
eventuali utilizzi del servizio telematico non conformi - o che possano dar
luogo a violazioni - alla normativa stabilita dalla legge n. 675 del
31.12.1996, e successive modificazioni e alle clausole della presente
convenzione.
ART. 4
Il Ministero delle Finanze ha la piena titolarita' delle informazioni
memorizzate e l'esclusiva competenza di gestire, definire o modificare i
sistemi di elaborazione, di ricerca, rappresentazione ed organizzazione dei
dati.
Ha altresi', l'assoluta facolta' di variare la base informativa in
relazione alle esigenze istituzionali, a quelle strutturali ed alle
innovazioni tecniche relative al sistema.
Nessuna responsabilita' deriva all'Amministrazione Finanziaria per
danni di qualsiasi natura, diretti ed indiretti, per le variazioni suddette.
ART. 5
Il Ministero delle Finanze non assume alcuna responsabilita' per i
danni di qualsiasi natura, diretti o indiretti, per le eventuali sospensioni
del servizio dovute a cause di forza maggiore o a fatti di terzi.
ART. 6
L'utente all'atto della sottoscrizione della presente convenzione
versa la somma di lire ....... a titolo di deposito per pagamento anticipato
delle tasse ipotecarie dovute per le interrogazioni che si ritiene saranno
effettuate nel periodo di 30 (trenta) giorni. Detta somma viene introitata,
con bolletta modello 72 n. ... in data odierna.
Il corrispettivo per ciascuna ispezione e' quello previsto dalla
tabella delle tasse ipotecarie vigenti al momento dell'interrogazione. La
liquidazione delle tasse ipotecarie dovute viene effettuata dall'Ufficio
cumulativamente l'ultimo giorno del mese e la somma complessiva dovuta e'
detratta dal costituito deposito il quale dovra' essere integrato entro il
quinto giorno successivo all'inizio del mese, se inferiore agli importi minimi
stabiliti dall'art. 14 del D.M. 10 ottobre 1992.
Ove, durante il mese, il deposito venisse a risultare inferiore ad un
importo di lire 50.000 (cinquantamila), il servizio telematico sara'
immediatamente sospeso fino a quando l'utente non avra' provveduto
all'integrazione del deposito medesimo.
ART. 7
La presente convenzione ha la durata di un anno a decorrere da oggi e
si rinnova di anno in anno in mancanza di disdetta.
Il titolare o reggente dell'ufficio del Territorio puo' revocare in
qualsiasi momento la concessione dando preavviso alla parte almeno tre mesi
prima della revoca o della scadenza, consentendo, comunque, il collegamento
fino all'esaurimento del deposito.
Analogamente l'utente, ove non intenda piu' usufruire del servizio
telematico, deve darne disdetta all'Ufficio entro lo stesso termine, con
diritto all'esaurimento del deposito.
Inoltre il titolare o reggente dell'ufficio del Territorio puo'
revocare, sospendere o limitare la concessione nel caso subentrino motivi di
interesse pubblico o si verifichino violazioni degli obblighi di cui al
Decreto Ministeriale del 10 ottobre 1992 o assunti dall'utente con la presente
convenzione.
La revoca, la sospensione o la limitazione ha effetto dal decimo
giorno successivo alla ricezione della comunicazione dell'ufficio da
effettuarsi a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento.
La presente convenzione e' esente da imposta di bollo ai sensi
dell'art. 5 allegato B al DPR 26 ottobre 1972, n. 642 e successive
modificazioni e non e' soggetta a registrazione ai sensi dell'art. 5 della
Tabella annessa al DPR 26 aprile 1986, n. 131.
addi,
L'UTENTE IL DIRETTORE
* * * * *
Allegato 2
SERVIZIO TELEMATICO DI PUBBLICITA' IMMOBILIARE
GESTIONE DELLE UTENZE
_____________________________________
La gestione delle utenze del Servizio Telematico di Pubblicita' Immobiliare
comporta attivita' diverse in relazione alle differenti fasi dell'arco di vita
di una convenzione.
A supporto di tali attivita' sono disponibili apposite funzioni realizzate in
ambiente intranet con tecnologia web, per il cui utilizzo e' richiesto un
personal computer connesso in rete e dotato di un software di navigazione
(browser) tipo Microsoft Internet Explorer v.4.01 oppure Netscape Navigator
v. 4.04, o versioni superiori.
Al riguardo gli uffici hanno gia' ricevuto un CD per l'installazione dei
Microsoft Internet Tools. Il CD contiene Internet Explorer v.5 per le diverse
piattaforme. Gli uffici che non lo avessero ricevuto possono richiederlo
all'indirizzo di posta elettronica mriellosogei.it.
Connessione al servizio di gestione delle utenze. attivare il browser e connettersi all'indirizzo
http://sister.finanze.it/utenze;
. verra' visualizzata la pagina iniziale del sito (home page).
Per utilizzare le funzioni di gestione delle utenze occorre essere
autorizzati.
L'ufficio gia' dovrebbe aver segnalato il nominativo, comprensivo di codice
fiscale, della persona incaricata di gestire, nell'ambito del servizio di
pubblicita' immobiliare, i collegamenti telematici, anche sotto il profilo
contabile. Qualora non si sia ancora provveduto, si prega di inoltrare
comunicazione all'indirizzo di posta elettronica sopra evidenziato.
La persona indicata come gestore verra' registrata a sistema assegnandole
chiave utente e password iniziale uguali al codice fiscale; la password nasce
scaduta.
Attivazione della password
La prima volta che si accede occorre attivare la password:
. dalla home page scegliere la voce Se e' la prima volta che ti
colleghi clicca qui;
. compilare la scheda inserendo il codice fiscale (in maiuscolo) nei
campi "Chiave Utente" e "Password iniziale"; scegliere la password
che si intende utilizzare ed indicarla nei campi "Nuova password" e
"Conferma password";
. cliccare sul pulsante Conferma;
. in assenza di errori, viene notificata l'avvenuta modifica della
password.
Il sistema considera diversa la password se scritta in maiuscolo o in
minuscolo.
Accesso al servizio
Per accedere al servizio occorre autenticarsi:
. dalla home page cliccare sulla voce Gestione Utenze;
. autenticarsi inserendo come nome utente il codice fiscale e come
password quella scelta.
Stipula della convenzione.
L'autorizzazione al collegamento telematico e' rilasciata dal responsabile
dell'ufficio o suo delegato, su istanza della parte richiedente, mediante
apposita convenzione redatta in conformita' allo schema reso noto con apposita
circolare.
Qualora il convenuto appartenga a categorie per le quali la fruizione del
servizio telematico e' condizionata alla costituzione di un deposito,
l'ufficio verifica la congruita' dell'importo rispetto ai valori minimi
previsti (lire 1.000.000 per i notai, lire 3.000.000 per gli altri) e provvede
ad introitarlo rilasciando bolletta modello 72, avvalendosi delle normali
procedure automatiche gia' disponibili presso l'ufficio.
Registrazione della convenzione
Per consentire al convenuto la fruizione del servizio, occorre che il gestore
registri a sistema la convenzione:
. accedere al servizio di gestione delle utenze;
. selezionare la voce Gestione Utenza dalla lista posta nella parte
superiore della pagina e cliccare sul pulsante Applica;
. scegliere la voce Nuova Utenza posta nella parte sinistra della
pagina;
. compilare il modulo proposto inserendo gli estremi della convenzione
(protocollo e data di stipula), il codice fiscale, il nominativo o
la denominazione del contraente ed il relativo recapito; occorre
inoltre indicare il tipo di utenza (1), nonche' l'importo versato a
titolo di deposito, se diverso dall'importo proposto dal sistema;
(1) Selezionare dalla lista:
- Servizi ipotecari - organi dello stato, se il servizio telematico e'
concesso ad organi costituzionali, giurisdizionali e amministrazioni
centrali e periferiche dello Stato; il servizio e' gratuito.
- Servizi ipotecari - notaio, se il servizio telematico e' concesso ad un
notaio; per il servizio l'utente deve versare un importo, a titolo di
deposito, non inferiore a L. 1.000.000.
- Servizi ipotecari - utenza ordinaria, se il servizio telematico e' concesso
a soggetti diversi dai precedenti; per il servizio l'utente deve versare un
importo, a titolo di deposito, non inferiore a L. 3.000.000.
. fare click sul pulsante Conferma della pagina di riepilogo per
registrare le informazioni;
. in assenza di errori, viene notificata l'avvenuta registrazione
della convenzione.
A fronte della registrazione, il sistema provvede all'inserimento automatico
del contraente nella lista degli utenti abilitati, assegnandogli chiave utente
e password iniziale uguali al codice fiscale; la password nasce scaduta.
Per fornire al convenuto evidenza della registrazione della convenzione:
. scegliere la voce Apri Utenza posta nella parte sinistra della
pagina;
. viene proposta una pagina nella quale impostare i criteri con cui
estrarre la lista delle utenze. Lasciare i valori di default e
cliccare sul pulsante Applica posto nella parte inferiore della
pagina;
. selezionare dalla lista delle utenze visualizzata, quella relativa
alla convenzione appena registrata e cliccare sul pulsante
Visualizza;
. stampare il riepilogo delle informazioni proposto dal sistema,
utilizzando le opzioni di stampa del browser.
Materiale da consegnare all'utente
L'ufficio consegna al convenuto:
. una busta chiusa contenente i codici di accesso alla rete;
. copia delle istruzioni per il collegamento ed utilizzo del servizio;
. attestazione dell'avvenuta registrazione a sistema.
I codici contenuti nella busta chiusa servono all'utente solo in caso di
collegamento tramite chiamata telefonica diretta, per autenticarsi presso gli
access server dell'Anagrafe Tributaria; non devono pertanto essere utilizzati
qualora l'utente si colleghi tramite Internet. In ogni caso tali codici non
abilitano all'accesso ai servizi, rispetto al quale l'utente dovra' utilizzare
il proprio codice fiscale, previa attivazione della relativa password.
Le buste da utilizzare sono esclusivamente quelle predisposte dal Dipartimento
e allegate alle presenti istruzioni.
Si fa presente che le buste, contenendo fogli di carta a ricalco, devono
essere maneggiate con cura per evitare di rendere illeggibile il contenuto.
Le buste devono essere custodite in luogo sicuro dal responsabile dell'ufficio
ed utilizzate in caso di attivazione di nuove utenze (ovvero di migrazione dal
vecchio al nuovo sistema di utenze gia' attive) o di illeggibilita' o
smarrimento di buste gia' assegnate.
L'assegnazione o la sostituzione di buste dovra' essere comunicata alla Sogei
via fax al numero 0650253023 o via e-mail all'indirizzo mriellosogei.it,
indicando l'assegnatario ed il numero di busta consegnata o sostituita.
Qualora il numero di buste in possesso dell'ufficio cominciasse a
scarseggiare, occorrera' richiederne tempestivamente l'integrazione,
inoltrando comunicazione secondo le modalita' appena indicate.
Migrazione di un'utenza del precedente servizio telematico
Le utenze che utilizzano il precedente sistema telematico possono essere
migrate sul nuovo sistema.
Occorre prioritariamente procedere alla disattivazione dell'utente sul vecchio
sistema, annotando le informazioni necessarie a consentire la prosecuzione
della convenzione sul nuovo sistema, vale a dire la data di stipula della
convenzione, il tipo di utenza e l'importo residuo del deposito.
E' possibile poi inserire l'utente sul nuovo sistema seguendo le istruzioni
precedentemente fornite nel paragrafo Registrazione della convenzione.
All'utente dovra' essere fornito il necessario per l'utilizzo del servizio
secondo le nuove modalita', secondo quanto previsto nel paragrafo Materiale da
consegnare all'utente.
Reintegro del deposito
In caso di fruizione del servizio a titolo oneroso, il sistema,
contestualmente all'effettuazione delle ispezioni da parte dell'utente,
calcola l'importo dovuto portandolo in detrazione del costituito deposito.
Ogni mese il sistema provvede inoltre a liquidare le tasse ipotecarie dovute
per le ispezioni effettuate nel periodo; l'utente dovra' integrare il deposito
dello stesso importo o comunque in modo da ripristinare il deposito minimo
previsto per la sua categoria.
Se durante il mese il deposito risultasse inferiore ad un importo di
L. 50.000, il servizio viene sospeso in maniera automatica, finche' l'utente
non provveda all'integrazione.
L'ufficio introita l'importo versato dall'utente a titolo di integrazione del
deposito rilasciando bolletta modello 72 ed avvalendosi delle normali
procedure automatiche gia' disponibili presso l'ufficio.
Liquidazione periodica
Il sistema fornisce evidenza della liquidazione dei corrispettivi relativi
alle ispezioni effettuate ogni mese dagli utenti del servizio, con
possibilita' di interrogare la situazione di un singolo utente ovvero di
ottenere un riepilogo di tutte le utenze dell'ufficio. Per prendere visione
delle risultanze della liquidazione periodica:
. accedere al servizio di gestione delle utenze;
. scegliere la voce Gestione Contabilita' dalla lista posta nella
parte superiore della pagina e fare click sul pulsante Applica;
. scegliere la voce Riepilogo Contabile posta nella parte sinistra
della pagina;
. il sistema propone una pagina da cui si puo' richiedere il riepilogo
contabile a livello di singola utenza oppure di intero ufficio;
=> riepilogo contabile a livello di singola utenza:
. selezionare dalla lista l'utenza di interesse e cliccare sul
pulsante Visualizza;
. il sistema evidenzia sia la situazione nel periodo corrente, in
termini di operazioni effettuate e relativo importo e ammontare
residuale del deposito, con possibilita' di richiedere ulteriori
dettagli, sia la lista dei consuntivi disponibili relativi ai
periodi liquidati, dalla quale selezionare il consuntivo di
interesse. Il consuntivo, cosi' come il dettaglio per il periodo
corrente, riporta, differenziati per tipologia, la quantita' di
servizi erogati ed il relativo addebito, derivante dal prodotto
della tariffa unitaria per il numero di elementi conteggiati.
=> riepilogo contabile a livello di intero ufficio:
. selezionare dalla lista il consuntivo di interesse;
. il sistema evidenzia l'importo liquidato per ciascuna utenza, con
totale finale a livello di ufficio.
Registrazione del versamento
Per inserire a sistema gli importi versati dall'utente a titolo di reintegro
del deposito:
. accedere al servizio di gestione delle utenze;
. scegliere la voce Gestione Contabilita' dalla lista posta nella
parte superiore della pagina e fare click sul pulsante Applica;
. scegliere la voce Registra Versamento posta nella parte sinistra
della pagina;
. selezionare dalla lista delle utenze a titolo oneroso quella
interessata dal versamento da registrare;
. compilare il modulo proposto inserendo la data e l'importo del
versamento, l'eventuale liquidazione a copertura della quale il
versamento e' stato effettuato, la causale del versamento (reintegro
del deposito ovvero storno di importi registrati in modo errato) ed
infine eventuali annotazioni (ad es. numero della bolletta modello
72 con cui viene introitata la somma);
. fare click sul pulsante Conferma della pagina per registrare le
informazioni inserite;
. in assenza di errori, il sistema provvede a registrare l'operazione,
incrementando in caso di reintegro - o decrementando in caso di
storno - il deposito dell'importo versato.
E' possibile visionare i versamenti registrati per ciascun utente:
. scegliere la voce Visualizza Versamenti posta nella parte sinistra
della pagina;
. selezionare dalla lista delle utenze per le quali risultano
registrati versamenti quella di interesse;
. il sistema fornisce la distinta dei versamenti per l'utenza
selezionata.
Rinnovo della convenzione
La convenzione ha la durata di un anno a decorrere dal giorno della
stipulazione. In assenza di disdetta da parte dell'utente o di revoca da parte
dell'ufficio, la convenzione viene rinnovata per la medesima durata.
Per rinnovare la convenzione:
. accedere al servizio di gestione delle utenze;
. selezionare la voce Gestione Utenza dalla lista posta nella parte
superiore della pagina e cliccare sul pulsante Applica;
. scegliere la voce Apri Utenza posta nella parte sinistra della
pagina;
. viene proposta una pagina nella quale impostare i criteri con cui
estrarre la lista delle utenze. Lasciare i valori di default e
cliccare sul pulsante Applica posto nella parte inferiore della
pagina;
. selezionare dalla lista delle utenze visualizzata, quella relativa
alla convenzione da rinnovare, cliccare sul pulsante Rinnova e
confermare l'operazione sulla pagina contenente il dettaglio della
convenzione selezionata;
. il sistema segnala l'esito dell'operazione.
Revoca, disdetta o sospensione della convenzione
L'ufficio puo' revocare in qualsiasi momento la concessione all'utilizzo del
servizio telematico dando preavviso alla parte almeno tre mesi prima della
revoca o della scadenza.
Analogamente la parte che non intende piu' usufruire del servizio telematico
deve darne disdetta all'ufficio entro lo stesso termine.
L'ufficio puo' sospendere la concessione qualora si verifichino violazioni
degli obblighi assunti dall'utente in convenzione.
Per registrare a sistema la revoca decisa dall'ufficio ovvero la disdetta
presentata dalla parte, oppure per sospendere l'erogazione dei servizi:
. accedere al servizio di gestione delle utenze;
. selezionare la voce Gestione Utenza dalla lista posta nella parte
superiore della pagina e cliccare sul pulsante Applica;
. scegliere la voce Apri Utenza posta nella parte sinistra della
pagina;
. viene proposta una pagina nella quale impostare i criteri con cui
estrarre la lista delle utenze. Lasciare i valori di default e
cliccare sul pulsante Applica posto nella parte inferiore della
pagina;
. selezionare dalla lista delle utenze visualizzata, quella relativa
alla convenzione sulla quale operare, cliccare sul pulsante
Disattiva e confermare l'operazione sulla pagina contenente il
dettaglio della convenzione selezionata;
. compilare il modulo proposto, selezionando dalla relativa lista la
causale pertinente (sospensione, revoca, disdetta) ed indicando,
solo in caso di revoca o disdetta, la data di scadenza della
convenzione, se diversa da quella prevista;
. il sistema segnala l'esito dell'operazione.
La sospensione e' immediata, cioe' inibisce l'accesso dell'utente dal momento
in cui e' registrata, mentre la revoca o disdetta diventa operativa alla data
indicata.
In caso di utenza precedentemente sospesa e' possibile procedere alla
riattivazione operando con le medesime modalita'.
Controllo utilizzo del servizio
Il sistema fornisce all'ufficio degli strumenti di controllo sull'utilizzo del
servizio. E' possibile sia ottenere informazioni statistiche con diversi
livelli di aggregazione che verificare all'occorrenza il dettaglio delle
ispezioni effettuate.
Statistiche sulle operazioni
Il gestore puo' ottenere informazioni sui servizi erogati dal proprio ufficio,
relativamente al periodo di interesse e distinti per tipologia, con evidenza
della quota parte erogata ad utenze esterne, ossia gestite da uffici diversi.
Scelto un tipo di servizio, e' possibile visualizzare le relative statistiche
di dettaglio, nonche' la relativa distribuzione mensile.
Il gestore ha inoltre la possibilita' di visualizzare un prospetto statistico
che riporta, relativamente al periodo di interesse, il totale dei servizi
fruiti dalle proprie utenze aggregate per categoria, con evidenza della quota
parte richiesta ad uffici diversi. Scelta una categoria, e' possibile
visualizzare le statistiche di dettaglio a livello di singole utenze, nonche'
la relativa distribuzione mensile.
Per accedere alle funzionalita' di produzione statistiche:
. selezionare la voce Servizi dalla lista posta nella parte superiore
della pagina e cliccare sul pulsante Applica;
. scegliere la voce Statistiche posta nella parte sinistra della
pagina.
Controllo delle operazioni
Il gestore puo' controllare la natura e l'entita' dei servizi erogati
dall'ufficio o fruiti dalle proprie utenze.
In particolare, selezionato il mese di interesse, puo' richiedere la
distribuzione per giorno e fascia oraria dei servizi erogati dall'ufficio a
tutti gli utenti o soltanto ai propri utenti o agli utenti di altri uffici,
con possibilita' di ottenere la lista delle operazioni effettuate nella fascia
oraria scelta e di visualizzare il dettaglio della singola operazione.
Analogamente, previa selezione di un'utenza dell'ufficio, puo' controllare le
operazioni effettuate da quell'utenza, indipendentemente dall'ufficio
erogante.
Per accedere alle funzionalita' di controllo operazioni:
. selezionare la voce Servizi dalla lista posta nella parte superiore
della pagina e cliccare sul pulsante Applica;
. scegliere la voce Operazioni posta nella parte sinistra della
pagina.
Assistenza
E' disponibile il numero verde 800219402 di assistenza per segnalare
difficolta' o richiedere chiarimenti. Il servizio di assistenza e' attivo dal
lunedi' al venerdi' dalle ore 8.30 alle ore 17.30.
* * * * *
Allegato 3
SERVIZIO TELEMATICO DI PUBBLICITA' IMMOBILIARE
Istruzioni per il collegamento e l'utilizzo del servizio
_____________________________________
Il servizio telematico di ispezione ipotecaria consente ad utenti esterni
(notai, banche, ecc.), previa stipula di apposita convenzione, di consultare a
distanza gli archivi dei Servizi di Pubblicita' Immobiliare di tutti gli
Uffici del Territorio.
Il servizio si basa su tecnologia web ed e' integrato nel Sistema
d'Interscambio del Territorio (SISTer), che e' il progetto con cui il
Dipartimento del Territorio intende offrire un'ampia gamma di servizi via
rete.
Per effettuare le ispezioni in via telematica l'utente deve collegarsi, sia
con chiamata telefonica diretta, sia tramite Internet, al sito web che
fornisce il servizio.
Dotazione hardware e software
Per collegarsi a SISTer occorre disporre di un personal computer e di un modem
(per connessioni su linea analogica) o di un terminal adapter (per connessioni
su linea ISDN).
Il sito e' ottimizzato per una risoluzione dello schermo 800x600.
Sul personal computer deve essere installato un programma di visualizzazione
di pagine web (browser) e un programma di visualizzazione di file in formato
PDF (Portable Document Format).
Per quanto riguarda il browser, e' richiesto almeno l'utilizzo di Microsoft
Internet Explorer v. 4.01 oppure Netscape Navigator v. 4.04, mentre per i file
PDF occorre disporre di Adobe Acrobat Reader v. 3.0 o successive.
Come collegarsi a SISTer
L'utente puo' accedere a SISTer o con chiamata telefonica diretta o tramite
Internet.
. Accesso diretto
Occorre predisporre il personal computer procedendo alla configurazione
dell'accesso remoto, del modem (o del terminal adapter) e della connessione.
La configurazione varia in relazione al sistema operativo. In allegato sono
fornite, a semplice titolo illustrativo, le istruzioni di configurazione per
Windows 95 e Windows NT.
Connettersi al seguente numero telefonico: 0650514902
A tale numero sono abbinate piu' linee, alla terminazione di ciascuna delle
quali e' collegato un modem: chiamando quindi il suddetto numero risponde il
primo modem libero di un pool.
In fase di connessione occorre autenticarsi. L'utente deve utilizzare i codici
di accesso contenuti nella busta chiusa ricevuta al momento della stipula
della convenzione.
Stabilita la connessione, attivare il browser e richiedere l'indirizzo
http://sister.finanze.it
. Accesso via Internet
Occorre effettuare un abbonamento con un fornitore di servizi Internet
(provider).
Stabilita la connessione con il provider, attivare il browser e richiedere
l'indirizzo https://sister.finanze.it
Come accedere al servizio
Per effettuare le ispezioni ipotecarie occorre essere autorizzati.
Al momento della stipula della convenzione, il convenuto viene inserito nella
lista degli utenti abilitati, assegnandogli chiave utente e password iniziale
uguali al codice fiscale riportato in convenzione; la password nasce scaduta.
Attivazione della password
La prima volta che si accede a SISTer occorre attivare la password:
. dalla home page di SISTer cliccare sulla voce Abilitazione;
. compilare la scheda inserendo il codice fiscale (in maiuscolo) nei
campi "Chiave Utente" e "Password iniziale"; scegliere la password
che si intende utilizzare ed indicarla nei campi "Nuova password" e
"Conferma password";
. cliccare sul pulsante Conferma;
. in assenza di errori, viene notificata l'avvenuta modifica della
password.
Il sistema considera diversa la password se scritta in maiuscolo o in
minuscolo.
Accesso al servizio
Per accedere al servizio occorre autenticarsi:
. dalla home page di SISTer cliccare sulla voce Ispezioni Ipotecarie;
. autenticarsi inserendo come nome utente il codice fiscale e come
password quella scelta.
Qualora si ritenga compromessa la segretezza della password, e' possibile
cambiarla, accedendo alla funzionalita' di Modifica Password dall'area Servizi
di SISTer.
Nel caso in cui l'utente non sia piu' in grado di utilizzare per qualunque
motivo la password di accesso al servizio, e' tenuto a segnalarlo al numero
verde di assistenza, che attivera' le procedure per il ripristino delle
condizioni di operativita'.
Come effettuare le ispezioni ipotecarie
Dalla home page di SISTer, selezionando la voce Ispezioni Ipotecarie, l'utente
accede alla pagina nella quale indicare l'ufficio e il tipo di ispezione che
intende effettuare.
L'utente puo' richiedere ispezioni per soggetto, per immobile, congiunte
soggetto-immobile o per nota.
In generale, in ciascuna ispezione sono riconoscibili come fasi distinte:
- l'individuazione delle formalita', che consiste nel ricercare le
note sulla base delle informazioni di cui l'utente dispone;
- l'interrogazione delle formalita', che consiste nel visionare il
contenuto delle note individuate.
Tutte le volte che non vengano reperiti elementi, o che gli elementi reperiti
non soddisfino la richiesta effettuata, l'utente puo' stampare l'ispezione
negativa.
Ispezione per soggetto
L'utente puo' effettuare ispezioni per persona fisica o per persona giuridica.
Ispezione per persona fisica
E' possibile richiedere ispezioni per dati anagrafici - indicando
almeno cognome e nome - o per codice fiscale.
Nell'ispezione per dati anagrafici l'utente puo' scegliere tra criteri
di ricerca variamente selettivi; puo' infatti optare per una "Ricerca
Ristretta" o una "Ricerca Ampliata", e decidere se estendere la
ricerca ai soggetti omocodici.
Sia nella ricerca ristretta che in quella ampliata, il meccanismo di
reperimento si basa sul match-code, vale a dire sulle prime sei
lettere del codice fiscale, costruito a partire dal cognome e nome
indicati.
Optando per la "Ricerca ristretta" vengono reperiti tramite match-code
soltanto i soggetti con dati identificativi uguali a quelli forniti,
mentre con la "Ricerca ampliata" vengono presi in considerazione anche
quelli con cognome e/o nome aventi lunghezza uguale, maggiore di un carattere o minore di un carattere rispetto al valore in ingresso.
Ispezione per persona giuridica
E' possibile richiedere ispezioni per denominazione o per codice
fiscale.
Anche nell'ispezione per denominazione l'utente puo' optare per una
"Ricerca Ristretta" o una "Ricerca Ampliata", e decidere se estendere
la ricerca ai soggetti omocodici.
Se viene fatta una "Ricerca ristretta", vengono reperite le
denominazioni che hanno tutte le parole uguali a quelle presenti nella
richiesta, mentre in caso di "Ricerca ampliata" viene analizzata la
denominazione fornita in ingresso, scartando le parole non
significative, e vengono reperiti soltanto i soggetti con almeno una
parola significativa uguale ad una presente nella richiesta.
Sia nel caso di ispezione per dati anagrafici che per denominazione, se viene
richiesta la ricerca di soggetti omocodici, vengono estratti anche quei
soggetti che hanno codice fiscale uguale ad uno dei soggetti trovati in base
ai criteri di ricerca precedentemente descritti. Possono essere quindi
reperiti tutti quei soggetti aventi il codice fiscale corretto, ma con errori
nel cognome e/o nel nome o nella denominazione.
A fronte della richiesta viene fornita la lista degli omonimi individuati,
comprensiva dei soggetti omocodici e dei soggetti accorpati eventualmente
reperiti. I soggetti accorpati sono quei soggetti che, presenti negli archivi
come soggetti distinti, sono stati riconosciuti come un medesimo soggetto; il
gruppo cosi' formato ha un capostipite definito soggetto "principale" per
distinguerlo dagli altri membri definiti "secondari".
La peculiarita' di un soggetto e' evidenziata a margine con il carattere '*'
(asterisco) per indicare un soggetto omocodice e con 'P' o 'S' per indicare
rispettivamente un soggetto principale o secondario; cliccando su 'P' o 'S' e'
possibile vedere i soggetti collegati.
Ispezione per immobile
Per effettuare l'ispezione per immobile occorre indicare il tipo di Catasto -Fabbricati
o Terreni -, il Comune e gli elementi identificativi
dell'immobile, vale a dire foglio, particella e subalterno se si tratta di
immobili accatastati ovvero, in alternativa, tipo, protocollo e anno della
denuncia in caso di immobili in attesa di accatastamento.
A fronte della richiesta viene fornita la lista degli immobili individuati,
comprensiva dell'eventuale indicazione del legame di un immobile con altri,
vale a dire se l'immobile risulta iscritto nei registri come estremo attuale
e/o precedente di altri immobili. La presenza di estremi attuali o precedenti
viene segnalata a margine rispettivamente con 'A' o 'P'; cliccando su 'A' o
'P' e' possibile vedere gli immobili collegati.
Ispezione congiunta soggetto-immobile
E' analoga all'ispezione per soggetto, illustrata in precedenza. Occorre
fornire gli estremi del soggetto, indicando, in alternativa, dati anagrafici,
denominazione o codice fiscale e, congiuntamente, l'identificativo catastale
dell'immobile o almeno il Comune in cui si trova.
Anche nell'ispezione congiunta, come in quella nominativa, l'utente puo'
scegliere tra criteri di ricerca variamente selettivi, attivando una ricerca
"ristretta" o "ampliata" e richiedendo l'estrazione degli omocodici.
A fronte della richiesta viene fornita la lista degli omonimi individuati.
Tramite selezione di un soggetto dall'elenco degli omonimi, l'utente puo'
prendere visione della relativa lista di immobili.
Individuazione delle formalita'
Dall'elenco degli omonimi reperiti con un'ispezione nominativa o congiunta, e'
possibile, tramite selezione di uno o piu' soggetti, ottenere il relativo
elenco sintetico delle formalita'.
Analogamente, e' possibile produrre l'elenco sintetico delle formalita' che
referenziano uno degli immobili reperiti con un'ispezione per immobile.
In entrambi i casi, l'utente puo' introdurre restrizioni nella ricerca
indicando ad es. un intervallo temporale, un tipo di formalita' o di atto,
ecc.
Al fine di consentire all'utente di valutare l'adeguatezza dei criteri di
ricerca adottati, il sistema segnala prioritariamente il numero delle
formalita' reperite e fornisce l'elenco solo dopo conferma da parte
dell'utente.
Ispezione per nota
Per effettuare l'ispezione per nota occorre fornire l'identificativo della
nota, indicando, in alternativa:
- tipo di nota (trascrizione, iscrizione, annotazione), numero di registro
particolare e anno
- numero di registro generale e anno
A fronte della richiesta, il sistema propone l'elenco sintetico delle
formalita' individuate. Normalmente l'elenco si compone di una sola nota,
tranne quando vengano reperite piu' formalita' aventi pari grado, in caso di
ispezione per numero di registro generale.
Interrogazione delle formalita'
L'interrogazione delle formalita' si esplicita attraverso la selezione di una
o piu' note dal relativo elenco sintetico; il sistema fornisce in risposta il
contenuto delle formalita' selezionate. E' possibile interrogare tutte le
note, indipendentemente dal formato di acquisizione, sia testo che immagine.
Il sistema produce un documento in formato PDF; per poterlo visualizzare e
stampare occorre disporre del software Adobe Acrobat Reader, un programma
gratuito acquisibile anche dalla sezione Software di SISTer.
Documentazione delle ispezioni
Per documentare l'ispezione l'utente, oltre a stampare il contenuto delle
note, puo' voler stampare l'elenco degli omonimi o degli immobili individuati,
nonche' l'elenco sintetico delle formalita'. Al riguardo si suggerisce di
utilizzare il pulsante Produci elenco presente a pie' di pagina in ogni lista,
che consente di ottenere un documento in formato PDF piu' idoneo ad essere
stampato.
Utilizzo del servizio
SISTer fornisce evidenza delle operazioni effettuate, da un punto di vista
statistico-contabile, attraverso alcune funzionalita' accessibili dall'area
Servizi.
Riepilogo contabile
L'utente ha la possibilita':
- di verificare la situazione nel periodo corrente, in termini di
operazioni effettuate e relativo importo e ammontare residuale del
deposito, con possibilita' di richiedere ulteriori dettagli;
- di consultare i consuntivi relativi ai periodi liquidati.
Il consuntivo, cosi' come il dettaglio per il periodo corrente, riporta,
differenziati per tipologia, la quantita' di servizi erogati ed il relativo
addebito, derivante dal prodotto della tariffa unitaria per il numero di
elementi conteggiati.
Statistiche sulle operazioni
L'utente puo' richiedere la produzione di un prospetto statistico che riporta,
relativamente al periodo di interesse, il totale dei servizi fruiti, distinti
per tipologia, con evidenza della quota parte richiesta ad uffici diversi da
quello presso il quale e' domiciliato il contratto. Scelto un tipo di
servizio, e' possibile visualizzare le relative statistiche di dettaglio,
nonche' la relativa distribuzione mensile.
Controllo operazioni
L'utente puo' controllare le operazioni richieste al sistema. In particolare,
selezionato il mese di interesse, puo' richiedere:
- di visualizzare la distribuzione per giorno e fascia oraria delle
operazioni effettuate, con possibilita' di ottenere la lista delle
operazioni svolte nella fascia oraria scelta e di visualizzare il
dettaglio della singola operazione;
- di salvare su file i dati in modo da poterli elaborare autonomamente
secondo le proprie esigenze.
Info e Aiuto
La selezione Info & Aiuto fornisce un aiuto in linea sui servizi disponibili.
Assistenza
E' disponibile il numero verde 800219402 di assistenza per segnalare
difficolta' o richiedere chiarimenti. Il servizio di assistenza e' attivo dal
lunedi' al venerdi' dalle ore 8.30 alle ore 17.30.
* * * * *
Allegato 4
Configurazione dell'accesso remoto, del modem e della connessione
Vengono di seguito descritte le operazioni che l'utente deve eseguire per
effettuare la configurazione guidata della postazione di lavoro e la
connessione stessa.
Prima di procedere, occorre aver effettuato la connessione fisica tra
Personal Computer, Modem e linea telefonica. Le istruzioni da utilizzare
dipendono dal tipo di apparecchiature di cui si dispone e, nel caso del Modem,
sono comprese nelle istruzioni che seguono.
La configurazione varia in relazione al sistema operativo; le informazioni
disponibili riguardano i sistemi operativi:
. Windows '95
. Windows NT
Configurazione della postazione di lavoro Win 95
Per configurare una postazione di lavoro con sistema operativo Windows 95
occorre procedere nell'ordine a:
. Installazione TCP/IP
. Configurazione Accesso Remoto
. Configurazione Modem
. Configurazione Connessione
Passo 1 (Installazione TCP/IP)
Accedere al Pannello di controllo e fare doppio click sull'icona Rete.
Immagine omissis
Viene presentata la finestra "Rete". Se tra i componenti di rete installati
non e' presente il TCP/IP fare click sul bottone "Aggiungi ....".
Immagine omissis
Nel caso il protocollo sia gia' presente passare direttamente alla
Configurazione Accesso Remoto (Passo 2).
Viene presentata la finestra "Selezione tipo componente di rete". Selezionare
il tipo di componente Protocollo e fare click sul bottone "Aggiungi ....".
Immagine omissis
Viene presentata la finestra "Selezione protocollo di rete". Selezionare come
Produttore Microsoft e tra i protocolli di rete disponibili il TCP/IP. Fare
click sul bottone "OK". Eventualmente verra' richiesto il CD-Rom di Windows
95; al termine fare click sul bottone "Si" per riavviare Windows.
Immagine omissis
Passo 2 (Configurazione Accesso Remoto)
Accedere a "Risorse del computer" e verificare la presenza dell'icona Accesso
Remoto. In caso sia gia' presente fare doppio click sull'icona e saltare alle
istruzioni indicate nel Passo 3; altrimenti seguire i passi successivi.
Immagine omissis
Accedere al "Pannello di controllo" e fare doppio click sull'icona
"Installazione applicazioni".
Immagine omissis
Selezionare nell'ordine "Installazione di Windows 95", l'opzione
"Comunicazioni" e fare click sul bottone "Dettagli". Nella finestra
"Comunicazioni" selezionare l'opzione "Accesso remoto" e fare click sul
bottone "OK" delle ultime due finestre aperte.
Windows 95 installera' i drivers necessari che non siano gia' presenti, quindi
occorre avere a disposizione i dischetti o il CD di installazione di Windows
95.
Immagine omissis
Passo 3 (Nuova connessione)
Fare doppio click sull'icona (Nuova connessione) per creare una nuova
connessione.
Immagine omissis
Passo 4 (Configurazione Modem)
Se nessun modem e' stato in precedenza installato, viene visualizzata la
finestra "Installa nuovo modem"; assicurarsi di accendere il Modem e
verificare che sia correttamente collegato al PC tramite collegamento seriale,
dopodiche' fare click sul bottone "Avanti" per procedere alla rilevazione del
Modem collegato al PC.
Nel caso di modem gia' installato verra' visualizzata la finestra relativa al
Passo 6.
Immagine omissis
Nel caso il modem venga rilevato viene presentata la schermata "Verifica tipo
modem" in cui sara' indicata la porta seriale e il tipo di modem. Se il tipo
di modem non e' stato rilevato correttamente e si dispone del floppy
contenente i driver per Windows 95, forniti con la confezione del modem,
inserire il floppy e fare click sul bottone "Cambia...." Verra' presentata la
lista dei modelli presenti sul floppy, selezionare il tipo corretto e
procedere con l'installazione. Al termine verra' ripresentata la finestra
"Verifica tipo modem".
Fare click sul bottone "Avanti" e passare al Passo 5.
Immagine omissis
Passo 4.1 (Modem non rilevato)
Nel caso il modem non venga rilevato viene presentata la schermata "Installa
nuovo modem". Fare click sul bottone "Avanti".
Immagine omissis
Viene visualizzata la finestra dalla quale occorrera' selezionare il modello
corretto del modem. Nel caso il modem non sia presente e si dispone del floppy
contenente i driver per Windows 95, fornito nella confezione del modem
inserire il floppy e premere il bottone "Disco...", verra' visualizzata la
lista dei modelli presenti sul floppy dalla quale si potra' selezionare il
modello corretto. Al termine fare click sul bottone "Avanti".
Immagine omissis
Viene visualizzata la finestra dalla quale occorre selezionare la porta
seriale alla quale e' collegato il Modem. Fare click sul bottone "Avanti".
Immagine omissis
Passo 5
In base al tipo di modem potrebbe presentarsi la finestra "Informazioni sulla
localita' di chiamata corrente", inserire il prefisso telefonico indicativo
della localita' di chiamata (ad esempio 06) e l'eventuale numero di accesso
alla linea esterna in caso di presenza di un centralino (ad esempio 0); tale
numero non va indicato se l'accesso alla linea esterna e' diretto. Fare click
sul bottone "Avanti".
Immagine omissis
Viene presentata la finestra indicante che l'installazione del modem e'
avvenuta correttamente.
Fare click sul bottone "Fine".
Immagine omissis
Passo 6 (Configurazione Connessione)
Inserire "SISTER" come nome per il computer e verificare che sia selezionato
il tipo di modem a disposizione. Fare click sul bottone "Avanti".
Immagine omissis
Inserire come numero quello indicato nella comunicazione; in caso di
collegamento tramite centralino, inserire prima del numero telefonico il
numero per la ottenere la linea esterna seguito da una virgola. Fare click sul
bottone "Avanti".
Immagine omissis
Fare click sul bottone "Fine".
Immagine omissis
Se la scheda di Accesso Remoto non e' stata in precedenza installata, viene
visualizzato il messaggio "E' necessario installare la scheda di Accesso
Remoto Microsoft...."; fare click sul bottone "OK" per procedere
all'installazione, eventualmente verra' richiesto il CD-Rom di Windows 95.
Immagine omissis
Selezionare l'icona SISTER e visualizzarne le proprieta' scegliendo
"Proprieta'" dal menu' "File".
Immagine omissis
Deselezionare la check box per utilizzare l'indicativo del paese. Le tre
finestre seguenti potrebbe essere leggermente differenti in funzione della
Versione di Windows 95 installata.
Immagine omissis
Fare click sul tag "Tipi di server"; verificare che lo stato delle voci
relative a "Tipi di server per la connessione" e "Opzioni avanzate" siano:
. Tipi di server per la connessione: "PPP: Windows 95, Windows NT 3.5,
Internet";
. Opzioni avanzate: "Accedi alla rete" (attivato), "Attiva compressione
software" (attivato), "Richiedi cifratura password" (disattivato).
Immagine omissis
Selezionare come protocolli di rete solo il TCP/IP.
Fare click sul tag "Procedura". Deselezionare la check box relativa alla
schermata del terminale. Fare click sul bottone "OK".
Immagine omissis
Passo 7 (Connessione)
Fare doppio click sull'icona SISTER.
Immagine omissis
Viene visualizzata la finestra "Connetti a" nella quale occorrera' inserire il
nome utente e la password indicate nella presente comunicazione.
Assicurarsi che il numero sia corretto e che davanti ad esso ci sia
l'eventuale numero per accedere alla linea esterna. Infine fare click sul
bottone "Connetti".
Immagine omissis
Viene visualizzata la finestra di connessione in corso, attendere fino alla
segnalazione di connessione effettuata.
Immagine omissis
Configurazione della postazione di lavoro Win NT.
Per configurare una postazione di lavoro con sistema operativo Windows NT
occorre procedere nell'ordine a:
. Configurazione Accesso Remoto
. Configurazione Modem
. Configurazione Connessione
Passo 1 (Configurazione Accesso Remoto)
Accedere a "Risorse del computer" e fare doppio click sull'icona "Accesso
Remoto".
Immagine omissis
Se l'Accesso Remoto non e' stato in precedenza installato, viene visualizzata
la finestra "Accesso Remoto", fare click sul bottone "Installa"; altrimenti
passare alla Configurazione Connessione (Passo 5).
Immagine omissis
Viene richiesto il percorso da cui copiare i file di sistema necessari per
l'installazione. Inserire il CD-ROM di Windows NT e specificare l'unita' del
CD, aggiungendo il percorso i386. Fare click sul bottone "OK", viene eseguita
la copia dei file necessari.
Immagine omissis
Se nessun modem e' stato in precedenza installato, viene visualizzato il
messaggio "Non sono disponibili periferiche che supportino RAS ....";
assicurarsi di accendere il Modem e verificare che sia correttamente collegato
al PC tramite collegamento seriale, dopodiche' fare click sul bottone "Si".
Nel caso di modem gia' installato verra' visualizzata la finestra relativa al
Passo 4.
Immagine omissis
Passo 2 (Configurazione Modem)
Fare click sul bottone "Avanti" per procedere alla rilevazione del Modem
collegato al PC.
Immagine omissis
Nel caso il modem venga rilevato viene presentata la schermata "Installa nuovo
modem" in cui sara' indicata la porta seriale e il tipo di modem. Se il tipo
di modem non e' stato rilevato correttamente e si dispone del floppy
contenente i driver per Windows NT, forniti con la confezione del modem,
inserire il floppy e fare click sul bottone "Cambia...." Verra' presentata la
lista dei modelli presenti sul floppy, selezionare il tipo corretto e
procedere con l'installazione. Al termine verra' ripresentata la finestra.
Fare click sul bottone "Avanti" e passare al Passo 3.
Immagine omissis
Passo 2.1 (Modem non rilevato)
Nel caso il modem non venga rilevato viene presentata una schermata con la
dicitura "Nessun nuovo modem collegato ....". Fare click sul bottone "Avanti".
Immagine omissis
Viene visualizzata la finestra dalla quale occorrera' selezionare il modello
corretto del modem. Nel caso il modem non sia presente e si dispone del floppy
contenente i driver per Windows NT, fornito nella confezione del modem.
inserire il floppy e premere il bottone "Disco driver...", verra' visualizzata
la lista dei modelli presenti sul floppy dalla quale si potra' selezionare il
modello corretto. Al termine fare click sul bottone "Avanti".
Immagine omissis
Viene visualizzata la finestra dalla quale occorre selezionare la porta
seriale alla quale e' collegato il Modem. Fare click sul bottone "Avanti".
Immagine omissis
Passo 3
In base al tipo di modem potrebbe presentarsi la finestra "Informazioni sulla
localita' di chiamata corrente", inserire il prefisso telefonico indicativo
della localita' di chiamata (nell'esempio 06) e l'eventuale numero di accesso
alla linea esterna in caso di presenza di un centralino (nell'esempio 0; tale
numero non va indicato se l'accesso alla linea esterna e' diretto). Fare click
sul bottone "Avanti".
Immagine omissis
Viene presentata la finestra indicante che l'installazione del modem e'
avvenuta correttamente. Fare click sul bottone "Fine".
Immagine omissis
Passo 4 (Continua Configurazione Accesso Remoto)
Viene presentata la finestra indicante il modem utilizzato come periferica
RAS. Fare click sul bottone "OK".
Immagine omissis
Fare click sul bottone "Rete ...", per specificare i protocolli di
comunicazione da utilizzare per la connessione.
Immagine omissis
Selezionare solo il protocollo TCP/IP e fare click sul bottone "OK".
Immagine omissis
Si ritorna alla finestra precedente. Fare click sul bottone "Continua".
Immagine omissis
Viene visualizzata la finestra indicante che l'Accesso Remoto e' stato
installato con successo. Fare click sul bottone "Riavvia" per riavviare il
PC.
Immagine omissis
Passo 5 (Configurazione Connessione)
Dopo che il PC e' stato riavviato, accedere a "Risorse del computer" e fare
doppio click sull'icona "Accesso Remoto". Se non ci sono gia' connessioni
definite viene visualizzato il messaggio "La rubrica e' vuota .....", fare
click sul bottone "OK" per procedere alla creazione della nuova voce nella
rubrica (Passo 6).
Immagine omissis
Nel caso ci siano gia' connessioni definite viene visualizzata la finestra che
presenta i dati di una della connessioni gia' presenti. Fare click sul bottone
"Nuovo ..." per procedere alla creazione della nuova voce nella rubrica.
Immagine omissis
Passo 6
Inserire SISTER come nome da assegnare alla connessione e fare click sul
bottone "Avanti".
Immagine omissis
Selezionare solo la voce "Il server chiamato non e' un server NT ...." e fare
click sul bottone "Avanti".
Immagine omissis
Inserire il numero indicato nella presente comunicazione. In caso di
collegamento tramite centralino, inserire prima del numero telefonico il
numero per la ottenere la linea esterna seguito da una virgola. Fare click sul
bottone "Avanti".
Immagine omissis
Selezionare la voce relativa al protocollo "PPP" e fare click sul bottone
"Avanti".
Immagine omissis
Selezionare la voce per non eseguire nessuna procedura e fare click sul
bottone "Avanti".
Immagine omissis
Visualizzata la finestra "Indirizzo IP" fare click sul bottone Avanti.
Immagine omissis
Visualizzata la finestra "Indirizzi dei server dei nomi" fare click sul
bottone Avanti.
Immagine omissis
Viene visualizzata la finestra indicante che la voce della rubrica e' stata
creata con successo. Fare click sul bottone "Fine".
Immagine omissis
Passo 7 (Connessione)
Viene visualizzata la finestra indicante i dati della voce creata, assicurarsi
che il numero sia corretto e che davanti ad esso ci sia l'eventuale numero per
accedere alla linea esterna, seguito da una virgola. Fare click sul bottone
"Componi".
Immagine omissis
Viene visualizzata la finestra nella quale occorrera' inserire il nome utente
e la password indicate nella presente comunicazione. Il campo "Dominio" dovra'
essere lasciato vuoto. Fare click sul bottone "OK".
Immagine omissis
Viene visualizzata la finestra di connessione in corso, attendere la
segnalazione di connessione effettuata.
Immagine omissis
Configurazione del browser
Per una corretta connessione al servizio occorre verificare che il browser
utilizzato sia configurato in modo da:
. Accedere alla rete senza utilizzare un proxy
. Utilizzare Javascript
. Accettare i cookies

X Chiudi